Home » Argomenti » Attualit√† » Stime AIE: investimenti energetici globali +8% nel 2022

Stime AIE: investimenti energetici globali +8% nel 2022

22/06/2022

Secondo un nuovo rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia, gli investimenti energetici globali aumenteranno dell'8% nel 2022 per raggiungere i 2,4 trilioni di dollari, grazie all'aumento previsto principalmente dell'energia pulita. Sebbene incoraggianti, gli investimenti per la crescita sono ancora lontani dall'essere sufficienti per affrontare le molteplici dimensioni dell'odierna crisi energetica e aprire la strada verso un futuro energetico pi√Ļ pulito e sicuro.¬†

Stando al rapporto World Energy Investment 2022 dell'AIE, la crescita maggiore degli investimenti energetici viene dal settore energetico, principalmente nelle energie rinnovabili e nelle reti, e dall'efficienza energetica. L'aumento della spesa per l'energia pulita, tuttavia, non è distribuito in modo uniforme, poiché la maggior parte di essa si verifica nelle economie avanzate e in Cina. E in alcuni mercati, i problemi di sicurezza energetica e i prezzi elevati stanno spingendo a maggiori investimenti nelle forniture di combustibili fossili, in particolare sul carbone. 

"Non possiamo permetterci di ignorare n√© l'odierna crisi energetica globale n√© la crisi climatica, ma la buona notizia √® che non abbiamo bisogno di scegliere tra loro: possiamo affrontarle entrambe allo stesso tempo", afferma il direttore esecutivo dell'AIE Fatih Birol. "Una massiccia ondata di investimenti per accelerare le transizioni di energia pulita √® l'unica soluzione duratura. Questo tipo di investimento √® in aumento, ma abbiamo bisogno di un aumento molto pi√Ļ rapido per allentare la pressione sui consumatori a causa degli alti prezzi dei combustibili fossili, rendere i nostri sistemi energetici pi√Ļ sicuri e portare il mondo sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi climatici".¬†

Gli investimenti nell'energia pulita sono cresciuti solo del 2% all'anno nei cinque anni successivi alla firma dell'accordo di Parigi nel 2015. Ma dal 2020, il ritmo di crescita ha accelerato notevolmente fino al 12%. La spesa è stata sostenuta dal sostegno fiscale dei governi e aiutata dall'aumento della finanza sostenibile, soprattutto nelle economie avanzate. Le energie rinnovabili, le reti e lo stoccaggio rappresentano ora oltre l'80% degli investimenti totali del settore energetico. La spesa per il solare fotovoltaico, le batterie e i veicoli elettrici sta ora crescendo a tassi coerenti con il raggiungimento di zero emissioni nette globali entro il 2050.

di Franco Metta 

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e...

Articoli che ti potrebbero interessare:

Istat: il 95,8% degli italiani possiede almeno una lampadina a risparmio energetico

Il 45,2% invece possiede ancora almeno una lampadina tradizionale. In crescita l'energia elettrica c... (continua)

Riccardo Lama confermato presidente del CEI per il triennio 2022-2024

Il 14 giugno, a Milano, si è svolta la prima riunione del nuovo Consiglio del CEI. Durante l'incont... (continua)

Addio a Domenico Bosatelli, fondatore e presidente onorario di GEWISS

L'imprenditore aveva fondato Gewiss nel 1970. Nel corso della sua vita ha ricevuto diverse onorifice... (continua)

In evidenza

Rinnovabili, iter semplificato per i piccoli impianti

Nuova delibera ARERA per gli impianti al di...